Sing Recensione

4 4 4 4 4
 

Il teatro. Per un cucciolo di Koala di nome Buster Moon lo spettacolo cui assiste, di cui è protagonista la divina Nana Noodleman, è una vera folgorazione; ciò che lo induce a cambiare i suoi sogni: non sarà più il primo koala astronauta, ma il più grande impresario della storia dello spettacolo. Passano gli anni, la dedizione di Buster e l’appoggio incondizionato di suo padre rendono il sogno realtà. Ma la realtà rischia di trasformare la vita di Buster in un vero incubo e, dopo una serie di spettacoli sbagliati, il teatro Moon è sull’orlo della bancarotta. In mancanza di finanziatori che ne risollevino le sorti, al peloso impresario non resta che indire un concorso di canto per cercare nuovi talenti e quindi un rilancio che riporti in attivo le sue finanze. Il premio in palio è nelle intenzioni di 1000$, faticosamente racimolati, ma un errore di battitura della sua assistente - la signora Crawley, un’anziana iguana con un occhio di vetro - attira frotte di aspiranti cantanti ingolositi dai 100.000$ indicati sui volantini.

Dalle spassose audizioni emergono i finalisti. La maialina Rosita e il suo omologo maschile Gunter, Mike il topo crooner, l’istrice rock Ashley, il talentuoso gorilla Johnny e la timidissima elefantessa Meena: un esplosivo mix di voci e mood che, a dispetto delle apparenze, saprà toccare le corde di tanti cuori. Ricco di bellissime interpretazioni di brani famosi e di situazioni esilaranti, come anche di momenti emozionanti e sentimenti, Sing è un mix dall’ottimo ritmo, in grado di intrattenere piacevolmente i grandi forse ancora più che i più piccoli. Coesistono il classico talent show e una serie di spaccati di vita fra i più disparati, che annoverano le vicende domestiche di una famiglia extra-large come quella di Rosita, le difficoltà sentimentali di Ash, l’avventurosa vita in stile Frank Sinatra di Mike, la relazione di Johnny con il padre e le vicende adolescenziali di Meena. Lo stesso Buster, come abbiamo visto, è in crisi ma il suo spirito e la capacità di cercare sempre una soluzione lo rendono per tutti gli altri protagonisti molto più di un impresario: un punto di riferimento in grado di aiutarli ad andare oltre i propri limiti, a dare voce e forma al talento che il koala ha saputo subito riconoscere in ognuno di loro; un talento che si esprime in musica, ma ha un effetto travolgente anche nella vita giù dal palco. Seppur filtrata da personaggi animali, Sing è in prima istanza una bella storia di umanità, di impegno e valori positivi, efficacemente articolato in sequenze ben scritte e ottime performance che non mancheranno di coinvolgere il pubblico.

pubblicata il 11-01-2017

 

Sing citazioni

Fatevi una bella dormita e soprattutto sognate in grande!

 

Sing curiosità

Quattro dei figli del regista Garth Jennings doppiano i maialini di Rosita.

 

Sing commenti

 
 
Questo sito utilizza i cookies. I cookies vengono impiegati per migliorare l'esperienza utente e per analisi web. Leggi la dichiarazione sulla privacy. Ho capito
ping fast  my blog, website, or RSS feed for Free